UN INCONTRO MAGICO A VENTIMIGLIA….

840

 

Arrivando dal centro, passando per il mercato coperto, tra fiori, colori, odori, voci e profumi della vita semplice di provincia, potrei soffermarmi qui ci sarebbe già molto da scrivere e da descrivere, ma qualcosa mi spinge ad andare oltre, qualcosa di cui ho sentito parlare molto.

Attraversando la passerella “squarciafichi” si apre un mondo dove l’uomo e la natura sono costantemente in contrasto, andando in direzione francia alla mia sinistra le montagne dove fino a pochi giorni fà c’era ancora la neve, alla mia destra la maestosità del mare e a fare da collage, il fiume.

Questo fiume è molto popolato, anatre, papere, cigni, gabbiani, che seguono il corso naturale dell’acqua e dell’ambiente in costante mutamento per via delle costanti pioggie che fanno si che il fiume ridisegni nuovamente l’ambiente circostante, io oggi sono qui per questo, per provare a descrivere ciò che i miei occhi vedono, questo spettacolo naturale e unico, le foci del roia.

Sulla passerella si incontrano molte persone intente ad ammirare la bellezza di questo angolo prezioso di ventimiglia, sono molti i turisti che con macchine fotografiche o più semplicemente smarthphone o tablet scattano foto per portarsi a casa loro un ricordo di questa natura selvaggia.

Arrivato alla fine della passerella mi dirigo verso il mare perchè è lì che avviene lo spettacolo di cui ho sentito molto parlare in questi giorni, il fiume arriva con la sua forza dalle montagne fà molta strada per arrivare fino a qui, poi sembra quasi fermarsi, l’acqua diventa ferma come se fosse quella di un lago, e poi una lingua di sabbia e sassi forma come una barriera, una divisione naturale tra fiume e mare.

A questo punto l’acqua segue questo nuovo corso creato dal moto continuo delle onde che ha formato un vero e proprio argine naturale creando uno spettacolo unico, un torrente che passa a fianco al mare ma che per un pò non lo incontra, fino a perdersi dentro le onde che con l’arrivo dell’acqua corrente creano strani disegni tra schiuma e riflessi del sole, un sacco di persone passeggiano lungo questa spiaggia “oasi” tra fiume e mare lo faccio adesso anche io e posso assicurarvi che è uno spettacolo unico assolutamente da vedere almeno fino alla prossima pioggia che porterà ancora una volta a mutare e dare un nuovo disegno alla foce del roia.

 

 

 

 

 

Commenti

comments

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO